Modulo 2

25 maggio 2018  (9.00-18.00)
DALLA TRATTATIVA ALLA RIUSCITA DEL NEGOZIATO
L’importanza del linguaggio e delle competenze trasversali
– parte seconda –

Simona Gandini
Coach – Direttore Empowerment e Docente ISN

Premessa

Si calcola che, mediamente, ognuno di noi pronunci al giorno tra le 10.000 e le 15.000 parole. Il linguaggio ha da sempre rivestito un ruolo primario per la sopravvivenza e l’espansione dei popoli e dell’essere umano in genere. Dobbiamo anche ricordarci però la differenza fondamentale tra “parlare” e “comunicare”.
Se “parlare” significa dire qualcosa attraverso la voce utilizzando parole, per “comunicare” si intende “mettere in comune”. Chi comunica ha un messaggio da veicolare ad un destinatario che ne comprenda correttamente il significato e sia in grado di dare dei feedback. La comunicazione può viaggiare attraverso vari “mezzi”, verbale, non verbale, paraverbale, simbolica, emotiva, etc. Saper comunicare non è un’arte innata, ma piuttosto un’abilità che si impara e si allena nel tempo. È quindi necessario acquisire una metodologia in grado di migliorare queste “competenze”, per prevenire e gestire i conflitti legati all’erroneo utilizzo della comunicazione, e della mancata comprensione e gestione delle emozioni per giungere alla definizione di accordi soddisfacenti nel lungo termine.
Ciò consente di:

  • Ridurre l’insuccesso dei negoziati dovuto alle “distorsioni” nella comunicazione
  • Acquisire modelli e tecniche di comunicazione
  • Riconoscere le emozioni nei procedimenti negoziali, identificarle e saperle gestire

OBIETTIVI

  • Acquisire metodologie e tecniche per comunicare in modo efficace, ottimizzando tempi e risorse
  • Migliorare le abilità personali (soft skills) inerenti la capacità di comunicazione interpersonale
  • Acquisire consapevolezza delle proprie risorse per gestire i conflitti e trasformarli in opportunità di cambiamento

ARGOMENTI TRATTATI

  • L’ IMPORTANZA DELLA COMUNICAZIONE INTERPERSONALE
    • Le diverse modalità di comunicare
    • Le regole della comunicazione
    • Spazio e tempo nella comunicazione
    • La comunicazione efficace
  • LA CONSAPEVOLEZZA DI SÈ
    • Diventare Coach di se stessi
    • L’ascolto nel coaching
    • L’arte di fare domande
  • LA GESTIONE DELLE EMOZIONI
    • L’intelligenza emotiva
    • Cosa ci dice il nostro cervello
    • Da Goleman ad un modello strutturato di I.E.
    • I 3 livelli di consapevolezza

ATTIVAZIONI

  • Role play
  • Test orientativi
  • Simulazioni

STRUTTURA E CARATTERISTICHE DEL CORSO

Il corso è strutturato in un modulo di otto ore.
La giornata di formazione sarà contraddistinta da attività di analisi e di simulazioni inerenti le diverse tematiche trattate, attraverso il coinvolgimento attivo di tutti i partecipanti.

METODOLOGIA

La metodologia e gli strumenti proposti nel corso sono di tipo partecipativo ed esperienziale basandosi sui più attuali modelli della cultura italiana ed internazionale.

MATERIALE DIDATTICO

Al termine della giornata di formazione i partecipanti riceveranno un documento contenente spunti relativi alle attività svolte in aula e indicazioni per eventuali approfondimenti personali futuri sui temi trattati.

PROGETTAZIONE E DIREZIONE DIDATTICA

Dr. Arik Strulovitz, Direttore Scientifico ISN – Negoziatore e Mediatore Internazionale e Avv. Vittoria Poli, Direttore della Formazione ISN.

RELATORE

Dott.ssa Simona Gandini, Coach – Direttore Empowerment e Docente ISN.